A Villa Cesi i Premi Panathlon a 60 anni dalla fondazione Mar2018

CONDIVIDI SUI SOCIAL

A Villa Cesi i Premi Panathlon a 60 anni dalla fondazione

L'appuntamento più atteso, quello con i Premi Panathlon, all'inizio di un anno speciale, quello in cui il Panathlon Club Modena festeggia il sessantesimo anno dalla fondazione. A Villa Cesi di Nonantola, di fronte a oltre duecento invitati, salutati in apertura dalla presidente Maria Carafoli, sono stati assegnati, in una serata condotta dai giornalisti Federica Galli e Paolo Reggianini, i riconoscimenti per atleti, dirigenti e società che si sono distinti nel corso del 2017. Il Premio Panathlon è andato a Rachele Barbieri (ciclismo su pista), prima modenese a vincere un titolo iridato. Un'altra grande donna di sport, la nuotatrice Cecilia Camellini, ha invece ricevuto il Premio Speciale 60° Anniversario. I premi Incoraggiamento Giovani sono andati a Lucrezia Zironi (canoa) e Giulia Grassia (tiro al volo), mentre i premi al Merito Sportivo sono andati a William Bellei (volley), Paolo Ceci (motorally), Maurizio Mussini (bocce), al Modena Golf & Country Club e alla Panaro Modena (ginnastica), con il presidente Fedele Massimo Anglani. Applauditissimo il Premio alla Carriera a Lorenzo Vandelli (wheelchair hockey), con calcio e volley a dividersi gli altri riconoscimenti: quello alla Passione Sportiva, vinto da Catia Pedrini, presidente di Modena Volley, il Premio Speciale Sport, andato alla Rosselli Mutina di Gian Lauro Morselli e Paolo Galassini, sul palco insieme al presidente Franco Cosmai, il Premio Fedeltà Sportiva a Simone Missiroli del Sassuolo e quello alla Fedeltà alla Città di Modena, assegnato a Mauro Mayer e Andrea Sartoretti. D'eccellenza anche il gruppo di ospiti e autorità che hanno consegnato i premi, dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ai vertici del Panathlon International, il vicepresidente Giorgio Dainese e il governatore dell'Area 5 Luigi Innocenzi; gli assessori del Comune di Modena Giulio Guerzoni e Andrea Bosi; gli ospiti Matteo Marani, vicedirettore di Sky Sport, e Giancarlo Marocchi, grande ex di Bologna e Juventus, oggi apprezzato commentatore; Tarcisio Fornaciari di Bper Banca e Stefano Bolis del Banco Popolare, due realtà fondamentali nel sostegno ai progetti di solidarietà in cui è impegnato il Panathlon modenese, come quello promosso durante la serata, “Zoccoli in cammino” a cura dell'associazione “C'era L'acca”, che si occupa di riabilitazione equestre all'interno della Fattoria San Geminiano. La serata, allietata dalla comicità di Gennaro Calabrese da Made in Sud, presente grazie al manager Riccardo Benini, ha visto inoltre la presentazione dei nuovi soci del Panathlon Club Modena: Emilio Annovi, Monica Ansaloni, Alessandro Martone, Raffaele Pepe, Luca Altomonte, Luigi Gallinoni, Emanuele Guerra, Paolo Rinaldi e Mariella Mengozzi.