Gli auguri di Panathlon tra traguardi e nuovi obiettivi Nov2016

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Gli auguri di Panathlon tra traguardi e nuovi obiettivi

La Festa degli Auguri del Panathlon Club Modena si è svolta nel cuore del distretto ceramico, in quella Florim Gallery che è luogo di bellezza, formazione, impresa, cultura e ricerca, messa gentilmente a disposizione dal presidente di Florim, Claudio Lucchese. I quasi duecento tra soci Panathlon e invitati, tra cui numerosi esponenti del mondo dell'imprenditoria, dello sport e della cultura modenese, hanno potuto così ripercorrere, nel saluto iniziale di Maria Carafoli, presidente del Panathlon Club Modena, tutte le iniziative e i progetti di solidarietà che hanno caratterizzato il 2016 del club modenese. Traguardi importanti, specie nel sostegno allo sport giovanile, di base e riservato ai diversamente abili, raggiunti grazie all'impegno e alla generosità di soci e partner come BPER Banca e Banco San Geminiano e San Prospero, rappresentati rispettivamente dal vicedirettore generale Pierpio Cerfogli e dal direttore territoriale Stefano Bolis, da manifestazioni come la 100 Ore Classic, dalla famiglia Sghedoni, che ha tra l'altro ospitato al GreenLab Kerakoll l'ultima cerimonia di consegna dei Premi Panathlon. L'evento alla Florim Gallery ha visto completare la raccolta fondi da destinare all'acquisto di libri, in accordo con la Protezione Civile, per la biblioteca del nuovo complesso scolastico di San Severino Marche, in provincia di Macerata, progetto ispirato dall'iniziativa “Passa la Parola” del CSI Modena. E proprio la solidarietà in favore delle popolazioni terremotate del Centro Italia è stata protagonista anche degli interventi del senatore Stefano Vaccari, del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, del sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e dell'assessore allo Sport del Comune di Modena Giulio Guerzoni. La serata, condotta dalla giornalista Federica Galli, è stata attraversata da momenti di intrattenimento che hanno incantato il pubblico, dal ricordo di Pierangelo Bertoli, indimenticabile cantautore sassolese, grazie alla voce e alla chitarra di Leo Turrini e Marco Dieci, alle evoluzioni di danza aerea delle ragazze di Equilibra, coordinate da Giuliana Pinelli, alle imitazioni di Christian Cappellone, talento emergente della comicità presente grazie al manager Riccardo Benini. Il modo migliore per chiudere un anno associativo da ricordare per tutto il Panathlon Club Modena.