In Accademia in scena la solidarietà Giu2013

CONDIVIDI SUI SOCIAL

In Accademia in scena la solidarietà

La miracolosa clemenza del tempo ha permesso lo svolgimento della serata di solidarietà per la ricostruzione delle strutture sportivo-ricreative del “Centro sportivo e ricreativo di via Posta” della parrocchia di Santa Maria Maggiore di Mirandola, colpito e danneggiato gravemente dal sisma del maggio 2012. L’evento ha avuto luogo giovedì 23 maggio presso l’Accademia Militare e ha concluso la serie di iniziative di solidarietà portando alla raccolta complessiva  di 54.000 euro. L’iniziativa è stata resa possibile  dall’ospitalità offerta  e  dal  sostegno dell’Accademia Militare, i cui Allievi del 193° corso Valore, attraverso l’associazione culturale Una Acies, affiancando il Panathlon, hanno voluto ribadire il forte legame con il territorio modenese. Puntuale l’inizio alle  19.30  con   l’accoglienza dei   numerosi   ospiti   nel   Cortile  d’onore dell’Accademia militare, splendidamente illuminato e allestito per l’occasione da Mario Neri. Prima i saluti del Comandante Giuseppenicola Tota e poi del sindaco Giorgio Pighi. A ricordare a tutti lo scopo dell’evento la presidente del Panathlon Club Modena, Maria Carafoli e poi, in rapido susseguirsi, il presidente del CSI di Modena, Stefano Gobbi e il vice sindaco di Mirandola, Enrico Dotti che ha voluto ringraziare di persona tutti gli intervenuti e le istituzioni per la generosità. Ha poi avuto inizio il concerto Opera in scena, realizzato dal Cantiere delle Arti della Regione Emilia-Romagna, promosso da Regia Accademia Filarmonica di Bologna, CUBEC - Musica e Servizio Cooperativa Sociale e Emilia Romagna Teatro Fondazione. A lungo applauditi i giovanissimi artisti sul palco - i musicisti dell’Accademia dell’Orchestra Mozart e i cantanti del CUBEC Accademia di Belcanto Mirella Freni, ma uno speciale applauso è stato riservato a Mirella Freni, salita anche lei sul palco per salutare e ringraziare il pubblico. La più giovane partecipante è stata proprio la figlia del maestro Boris Schäfer che ha diretto l’Orchestra, di tre mesi appena compiuti. Al culmine, la cena a cura del gruppo Chef to Chef, diretto da Luca Marchini, chef e proprietario del ristorante L’Erba del Re e Alessio Malaguti, chef della trattoria la Rosa 1908 di S. Agostino, e Giovanna Guidetti della trattoria LA FEFA,  e servita con grande professionalità e cortesia dai ragazzi della Scuola alberghiera e di ristorazione di Serramazzoni. Il fil rouges della serata è stato tenuto con grazia speciale da Federica Galli, giornalista , che ha presentato gli ospiti e gli artisti che si sono succeduti sul palco. Un particolare ringraziamento al sostegno che hanno  voluto assicurare all’iniziativa, all’Associazione Chef to chef, Piacere Modena progetto di valorizzazione del territorio, la società Mario Neri,  Gruppo Hera e Free 'n' Joy.