Panathlon Modena celebra il centenario del Sassuolo Calcio Giu2021

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Panathlon Modena celebra il centenario del Sassuolo Calcio

Il Panathlon Club Modena riparte con gli eventi in presenza, e lo fa al Modena Golf & Country Club con una serata dedicata al centenario del Sassuolo Calcio. “Finalmente possiamo trovarci di persona, e finalmente recuperiamo un appuntamento previsto nel 2020 e rimandato a causa della pandemia, ma al quale non abbiamo mai pensato di rinunciare”, ha commentato la presidente Carafoli nel saluto iniziale, durante il quale oltre a ringraziare per l'ospitalità Alberto Caselli e Davide Colombarini, rispettivamente presidente e direttore del Modena Golf & Country Club e Luca Cantagalli del ristorante Ferro Dieci, ha ricordato tre progetti riguardanti lo sport per disabili in cui è impegnato il Panathlon modenese: le attività di Equilandia, del Gruppo Sportivo Sen Martin e di Ness1 Escluso, possibili anche grazie al sostegno di soci Panathlon e partner come BPER Banca, presente alla serata con il Direttore d'Area Territoriale Ermanno Ruozzi. Quindi la parola è passata al giornalista di Sky Sport Matteo Marani, che ha intervistato l'amministratore delegato e direttore generale del Sassuolo Calcio Giovanni Carnevali, di fronte a ospiti del mondo dello sport, come il vicepresidente del CONI regionale Andrea Vaccaro, dell'imprenditoria e delle istituzioni, come la consigliera regionale e vicepresidente della Commissione Politiche per la salute e politiche sociali Francesca Maletti. Una chiacchierata a tutto tondo su valori, obiettivi e traguardi raggiunti, senza dimenticare i giocatori del Sassuolo impegnati agli Europei con la maglia della Nazionale. Sul palco anche due figure fondamentali per i colori neroverdi, il presidente Carlo Rossi, protagonista oltre che della crescita societaria e sportiva del Sassuolo, di numerosi progetti di solidarietà, e lo storico dirigente Remo Morini, più di 35 anni di passione in una società diventata una “seconda famiglia”, come ha dimostrato il ricordo commosso del patron Giorgio Squinzi, della moglie Adriana Spazzoli e del vicepresidente Sergio Sassi. A Rossi e Morini Maria Carafoli ha poi consegnato due targhe per aver contribuito a rendere il Sassuolo un punto di riferimento nel panorama calcistico nazionale, mentre con le stesse motivazioni a Carnevali è stata donata un'opera dell'artista e socio Panathlon Alessandro Rasponi. La dirigenza sassolese ha invece fatto omaggio di due maglie da gioco al presidente della Regione Stefano Bonaccini e al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, che nei loro interventi hanno sottolineato l'importanza per tutto il movimento sportivo di una realtà solida di livello nazionale, ma allo stesso tempo fortemente legata al territorio.