Panathlon Modena incontra il vescovo Castellucci Gen2020

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Panathlon Modena incontra il vescovo Castellucci

Una serata in un vero tesoro ritrovato nel cuore di Modena, con un ospite d’eccezione, per confrontarsi sui valori più alti dello sport e della solidarietà. Il Panathlon Club Modena ha organizzato un incontro con don Erio Castellucci, arcivescovo di Modena-Nonantola, nella Chiesa del Voto di via Emilia Centro, da pochi giorni riaperta dopo i lavori di ristrutturazione seguiti ai terremoti del 2012. Un dialogo, dopo il saluto iniziale di Maria Carafoli, presidente del Panathlon Club Modena, condotto dal giornalista Paolo Seghedoni, durante il quale il vescovo Castellucci, con la semplicità del parroco da sempre vicino alla gente e la profondità del teologo, ha ricordato di come tre elementi fondamentali dello sport (gioco, sacrificio e collaborazione) facciano parte dell’esperienza cristiana più autentica, in particolare nell’opera di inclusione e integrazione delle persone nelle loro fragilità. Uno scambio di battute ricco di aneddoti sull’esperienza di Castellucci come prete e come vescovo, dagli sport praticati in gioventù all’arrivo a Modena, in un territorio “dalle grandi capacità organizzative e imprenditoriali, ma dove è altrettanto forte l’associazionismo, e quindi la percezione delle necessità dell’altro”, come dimostrano i tanti progetti sportivi dedicati ai disabili, capaci di cambiare profondamente le vite non solo degli atleti, ma anche degli istruttori e in generale di tutte le persone coinvolte. A impreziosire la serata, gli interventi di soci Panathlon, di ospiti come Livio Proli e la direttrice della Gazzetta di Modena Roberta Giani, di sostenitori del Panathlon Club Modena tra cui Tarcisio Fornaciari di Bper Banca e Stefano Bolis del Banco BPM, oltre a diversi esponenti del mondo sportivo modenese che quotidianamente portano avanti iniziative di sport paralimpico, tra grandi soddisfazioni ma altrettante difficoltà, come Giuseppe Molinari, Lisa Bertacchini e Nino Sgarbi. In chiusura, Pietro Cantore dell’omonima galleria d’arte e Nadia Pedrielli del Laboratorio Cartapeste Blu di Prussia hanno brevemente illustrato i cinque dipinti sul tema della Natività e il presepe che compongono la mostra organizzata da Modenamoremio e attualmente ospitata nella Chiesa del Voto. “Ringrazio di cuore il vescovo Castellucci – commenta Maria Carafoli – per la generosa disponibilità, e per un incontro ricco di contenuti e suggestioni, che si legano fortemente ai progetti di solidarietà che sosteniamo come Panathlon”.