Un secolo di Maserati Giu2014

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Un secolo di Maserati

Un secolo di passione su quattro ruote, un secolo di storie, costume, letteratura e musica. L’avventura centenaria di Maserati raccontata con le suggestioni dei protagonisti della cultura del Novecento: da Ernest Hemingway a Vittorio De Sica, da James Bond ad Alberto Sordi, con una stella d'eccezione: la Radio, che quest'anno compie 90 anni. Tutto questo, naturalmente, Con parole mie. Umberto Broccoli e il gruppo storico di Con parole mie (trasmissione finita il 4 aprile) saranno per la prima volta a Modena giovedì 26 giugno per una serata esclusiva nella quale con lo stile della popolarissima trasmissione di Rai Radio 1 si ripercorrerà il secolo Maserati – cento anni di storia e storie del nostro Paese: cultura, attualità, sport, intrattenimento, spettacolo con il pubblico, a ingresso libero e gratuito. Lo spettacolo sarà condotto da Umberto Broccoli, autore dei testi insieme a Patrizia Cavalieri. Sul palco con Broccoli sarà, come d’abitudine, il Maestro Luca Bernardini, regista della serata così come della trasmissione radiofonica – la più seguita e la più “scaricata” tra tutte quelle Rai. L’organizzazione generale è di Mimmi Micocci, con la collaborazione di Georgia Allegretti. Max De Angelis affiancherà con la sua voce, sul palco, Broccoli e il Maestro Bernardini. Con il consueto e inconfondibile mix di citazioni colte e musica sinfonica, spunti dai grandi Classici e brani di musica contemporanea, letture d’autore e ospiti d’eccezione, Umberto i successi che hanno accompagnato i primi cento anni di storia di una Casa automobilistica riconosciuta nel mondo intero come una delle icone del lavoro italiano. È la prima volta che il gruppo di Con parole mie, ora non più in onda, dopo 15 anni di crescente successo in radio e numerose tappe in tutta Italia, affronta nel corso di una serata dedicata la storia di successo di una azienda. L’appuntamento è per le ore 21.30 di giovedì 26 giugno al Forum Monzani a Modena – via Aristotele 33. L’ingresso è gratuito. L’accesso in sala è consentito a partire dalle ore 21.